Articoli

COME RIPRENDERSI SE SI E’ STATE VITTIME DI ABUSI DOMESTICI

Purtroppo non è raro che gli abusi si verifichino in casa, come si fa a superare questo tipo di trauma e andare avanti con la propria vita?

La ripresa da abusi domestici varia secondo il loro tempo di durata, della loro entità e del loro modo di manifestazione (psicologici, fisici e/o altro). Inoltre tale ripresa è influenzata da caratteristiche individuali e soggettive. Cerchiamo comunque di tracciare a grosse linee delle caratteristiche essenziali di tale processo di ripresa.


•    Dare voce ed espressione alle emozioni interne che tali abusi hanno procurato. In una prima fase è necessario buttare fuori tutto il dolore e la rabbia che si ha dentro.

•    Successivamente cercare di capire perché sono successi, perché si è accettati di subirli. Comprendere a tutti i livelli: individuale, dell’altro e di coppia.

•    Poi comprendere i danni personali riportati dal subire tali abusi. Tali danni solitamente investono la sfera dell’autostima, delle sicurezze personali, dei ruoli sociali rivestiti (moglie, madre, ecc…) oltre ad eventuali implicazioni anche sul piano fisico (sintomi o malattie psicosomatiche) Spessi tali danni non sono chiari ed evidenti come potrebbero apparire.

•    La vittima di abusi richiede un lungo periodo per riprendersi, di un ambiente amorevole e accogliente e spesso di un supporto psicologico.

Riflessione finale: “Non rinunciare mai, Catherine. Hai tante cose dentro di te e la più nobile di tutte, il senso della felicità. Ma non aspettarti la vita da un uomo. Per questo tante donne s’ingannano. Aspettala da te stessa.” Albert Camus

Negli abusi domestici non solo la vita non è data, ma si cerca anche di toglierla. Una ripresa deve tenere conto di tal essenziale considerazione.

 

Dott. Roberto Cavaliere

Psicologo, Psicoterapeuta

Studio in Milano, Roma, Napoli e Vietri sul Mare (Sa)

per contatti e consulenze private tel.320-8573502 email:cavalierer@iltuopsicologo.it