IL PARTNER MANIPOLATORE

Considerare l’agire violento degli uomini soltanto come l’espressione di una patologia, come uno sviluppo psicologico o sociologico errato, non conduce ad alcun risultato. Dobbiamo invece accettare il fatto che la violenza è parte della natura dell’uomo in quanto creatura – e la cosa ci inquieta profondamente. (Adolf Guggenbuhl-Craig, Il bene del male)

 

La figura del partner manipolatore è ricorrente nelle situazioni di dipendenza affettiva. Tale figura, generalmente, è la persona con cui lega il dipendente affettivo ma, spesso, anche quest’ultimo è manipolatore.

Passiamo a vedere quali sono le caratteristiche del partner manipolatore:

  1. Tende a sminuire l’altro come persona
  2. Cerca di sminuire i suoi successi
  3. Spesso umilia l’altro in pubblico
  4. Contraddice in continuazione
  5. Tende a criticare l’aspetto fisico del partner
  6. Tende a criticare il suo abbigliamento
  7. In una discussione fa di tutto perché si accetti la sua opinione
  8. Racconta spesso bugie
  9. Recita spesso la parte della vittima
  10. Adula per ottenere ciò che vuole
  11. Usa nei confronti del partner l’arma della colpevolizzazione
  12. Tende a delegittimare il partner nel ruolo genitoriale
  13. Manipola la realtà a suo favore
  14. Spesso è aggressivo verbalmente (insulti, parolacce, minacce)
  15. Spesso è’ aggressivo nei comportamenti
  16. È eccessivamente protettivo
  17. Controlla ogni azione del partner
  18. È geloso senza motivo
  19. Porta la sua gelosia all’estremo
  20. Cerca di allontanare il partner dalle sue amicizie e parentele
  21. Cerca di limitare i movimenti esterni del partner
  22. Boicotta gli interessi personali del partner
  23. Vuole coinvolgere l’altro nei suoi interessi personali
  24. Tende a controllare le finanze personali del partner e quelle di coppia
  25. Tende ad attuare una coercizione sessuale nei confronti del partner (rapporti intimi non desiderati)
  26. Pressa ad effettuare pratiche sessuali che il partner non approva

    Tale elenco di caratteristiche del partner manipolatore è lungi dall’essere esaustivo e potrebbe essere completato con caratteristiche specifiche di ogni individuo e/o coppia.

Inoltre il partner manipolatore presenta, generalmente, tali situazioni specifiche del suo passato affettivo e relazionale: –

  1. E’ stato vittima d’abusi di qualsiasi tipo nell’infanzia
  2. Ha subito abusi in età adulta
  3. La relazione tra i suoi genitori era simile a quella che tende ad instaurare col proprio partner
  4. Ha abusato e/o abusa di alcool, droghe e quant’altro
  5. Ha un temperamento aggressivo.

In presenza di un partner manipolatore s’innesta nella coppia un meccanismo di reciproco cambiamento. Il partner manipolatore attraverso le sue modalità vuole indurre un cambiamento nell’altro partner. Quest’ultimo, spesso ignaro di tale manipolazione, spera che il partner manipolatore col tempo cambi modalità di relazionarsi. In tale ‘attesa’ subentra un meccanismo d’assefuazione tipico delle relazioni manipolative, per cui in virtù di tale meccanismo si finisce col cambiare.

 

Dott. Roberto Cavaliere

Psicologo, Psicoterapeuta

Studio in Milano, Roma, Napoli e Vietri sul Mare (Sa)

per contatti e consulenze private tel.320-8573502 email:cavalierer@iltuopsicologo.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *